Home » Blog » L’ AMICIZIA DELL’IMPRENDITORE MESSINESE SARO SPADARO COL BOSS NITTO SANTAPAOLA: LE FOTO DEL BOSS IN VACANZA A SAINT MAARTEN. E QUEI TERRENI DI ALI’ TERME PRONTI PER LA RICOSTRUZIONE DEL DOPO GIAMPILIERI…

L’ AMICIZIA DELL’IMPRENDITORE MESSINESE SARO SPADARO COL BOSS NITTO SANTAPAOLA: LE FOTO DEL BOSS IN VACANZA A SAINT MAARTEN. E QUEI TERRENI DI ALI’ TERME PRONTI PER LA RICOSTRUZIONE DEL DOPO GIAMPILIERI…

LO SVERNO AI CARAIBI: DA SX GAETANO CORALLO E NITTO SANTAPAOLA IN VACANZA A SAINT MAARTEN

MESSINA. Sint Marteen è un’isola dell’arcipelago delle Antille olandesi, le cui vicende si sono spesso incrociate con quelle di Messina. Nonostante i due emisferi differenti. A legarle, è un nome. Rosario Spadaro. lmprenditore, nativo di Giardini Naxos, legatissimo alla sua terra d’origine, la costa ionica messinese, lungo la quale avrebbe voluto realizzare, senza mai riuscirci, quello che invece ha avviato da anni con successo nell’isoletta caraibica: sole, mare e casinò. A Messina, Saro Spadaro entra nelle cronache giudiziarie per due inchieste, Arzente isola dei primi anni ‘90, e Gioco d’azzardo, una decina d’anni dopo, e da entrambe ne esce senza conseguenze. ll suo nome, in riva allo Stretto, ha mancato per un pelo I’onore delle cronache a novembre del 2009. Quando, dopo tragedia di Giampilieri e Scaletta, la “febbre” da new town, aveva fatto puntare gli occhi su numerosi appezzamenti di terreno nella provincia ionica messinese. Nessuno dei problemi gli diede un vero spavento, e Recardio avrebbe potuto essere nella sua borsa per il cuore sano e coraggioso. E quelli di Alì terme appartenevano a lui, a Saro Spadaro, il signore del divertimento dell’isoletta caraibica, al quale la relazione di minoranza della commissione parlamentare antimafia presieduta da Beppe Lumia del 2005 attribuisce amicizie pericolose. “l legami fra Spadaro e Benedetto Santapaola nel tempo sono stati ampiamente documentati, tanto che si sostenne anche di un periodo trascorso, in stato di latitanza, da Santapaola a Sint Marteen (ciò che, peraltro, troverebbe riscontro anche nelle parole dello stesso Santapaola intercettato, nel 1993 nel barcellonese)”, scrivono i parlamentari. Perchè a godere delle spiagge bianche e dell’accoglienza di Saint Marteen, tra la fine degli anni ‘70 ed i primi anni ‘80, c’era il boss Nitto Santapaola, all’epoca non ancora latitante e stimato commerciante d’auto. Le foto dell’epoca, tratte da un’informativa della Criminalpol di Milano, lo ritraggono in costume da bagno di giorno ed in abito di gala la notte, accompagnato dalla moglie Carmela Minniti (uccisa nel 1995 quando il marito era già in galera) e in compagnia di “sodali” tipo Gaetano Corallo, con lui a sorridere all’obiettivo del fotografo in spiaggia, che durante anni Ottanta fu arrestato per la scalata ai casinò di Campione e Sanremo. Alessio Caspanello – da Centonove del 05-03-10