Home » Blog » Frodi INPS in Italia

Frodi INPS in Italia

L’Istituto nazionale sella previdenza sociale (INPS) è la più grande organizzazione previdenziale e previdenziale d’Italia. Ha un enorme budget di 400 miliardi euro in ricevute e pagamenti, ed è accanto solo al bilancio dello stato. Tutte le società operanti in Italia sono registrate presso l’INPS, e i lavoratori autonomi e privati sono assicurati nell’ambito dell’INPS. A partire dal 2012, gli altri due istituti di previdenza sociale, Enpals e INPDAP, si sono destinati ad assicurare l’intrattenimento e gli operatori sportivi, e i funzionari sono stati rispettivamente portati sotto la rete INPS.

 

L’INPS offre una vasta gamma di servizi, tra cui la pensione di vecchiaia, la pensione, la pensione di reversibilità, la rendita per incapacità e così via sotto il primo. Gestisce la pensione minima, l’assegno sociale, le disabilità civili, ecc., sotto i servizi statali sociali. L’Istituto gestisce anche questioni non legate alla pensione per tutelare gli interessi dei lavoratori, che possono trovarsi in alcune situazioni particolari in una certa fase della loro vita, come il fondo di licenziamento, le indennità di disoccupazione, le indennità di maternità, le indennità di malattia e indennità di licenziamento. Gestisce anche indennità comunali, assegni familiari e prestazioni di maternità per famiglie a basso reddito e grandi.

 

La natura dei suoi servizi e l’enorme quantità coinvolta hanno provocato molte frodi commesse contro l’INPS. Di seguito sono riportati alcuni casi di frodi perpetate contro l’INPS:

 

  1. nel 2012, a Patti, Messina, un datore di lavoro e sette operai agricoli sono stati accusati e condannati per la creazione di falsi rapporti di lavoro. Hanno mostrato come se il lavoro agricuturale fosse svolto nelle terre mai usate di Montalbano e San Piero Patti. Il caso ha creato un bel mescolare nella zona, come le terre delle società di frode sono stati anche sequestrati.
  2. nel 2016, sette dipendenti dell’INPS sono stati temporaneamente sospesi dal servizio. L’imputato affrontò le accuse di fare turni e strisciò i distintivi dei lavoratori assenti. I filmati video sono stati prodotti come prova dei loro atti fraudolenti.
  3. sempre in 2016, una coppia di Treviso è stata accusata di essere separata legalmente, con lo scopo fraudolento di incassare le sovvenzioni statali. Si sospetta che abbiano ricevuto migliaia di denaro sociale per coppie separate che soffrono di avversità finanziarie, mentre continuavano a vivere insieme come marito e moglie.
  4. nel 2017, la polizia finanziaria di Corigliano Calabro ha indagato sulla frode ai benefici contro l’INPS al ritmo di 800.000 euro. Ha detto, una cooperativa agricola aveva formato molti contratti fittizi, tra cui l’assunzione ingannevole di 335 lavoratori che in realtà non ha funzionato sotto di essa, con lo scopo di ottenere benefici per la disoccupazione, congedo di maternità e congedo per malattia. La polizia ha citato il direttore della cooperativa e i 335 falsi operai come imputati nell’inchiesta.
  5. molto recentemente, il 17 aprile 2019, nella città calabrese di Locri, la polizia tributaria ha annunciato di aver scoperto una truffa in cui 31 imprese agricole apparentemente finta di aver impiegato più di un migliaio di lavoratori tra 2012 e 2018, per commettere frodi contro INPS per 5 milioni euro. I rappresentanti legali delle imprese e dei lavoratori agricoli fasulli sono stati schiaffeggiato con accuse di frode aggravata e di rappresentanza fraudolenta